Menu

Elementi di psicologia clinica e dinamica. Manuale per operatori dei servizi sociali e della salute mentale

31aHYmohVALIl manuale si propone come strumento fondamentale per orientare dal punto di vista psicologico il lavoro sul campo. Si rivolge dunque, in particolar modo, alle professioni socio-sanitarie (assistenti sociali, educatori, operatori sanitari, infermieri ecc.) che quotidianamente necessitano di strumenti operativi per la comunicazione e il colloquio con persone e contesti di sofferenza psichica o sociale e disagio relazionale. Ma si indirizza anche agli psicologi che si affacciano alla clinica e vogliono munirsi di un vademecum agile e operativo, focalizzato sulle disfunzioni di relazione più comunemente sottese alle forme di sofferenza psicologica. Vengono proposti gli strumenti professionali che permettono di comprendere a fondo la storia e il contesto di vita dei richiedenti e di spendersi nel lavoro analizzando la domanda posta, le possibilità di fronteggiamento della situazione e le risorse individuali e sociali presenti. La clinica offre gli elementi per una comprensione profonda delle dinamiche relazionali e familiari che entrano in causa nelle diverse problematiche, nelle resistenze agli interventi o nelle modalità di completo affidamento e dipendenza dai servizi. Gli strumenti clinici indirizzano nella relazione d’aiuto: permettono di individuare le motivazioni personali e i processi di evoluzione dei sistemi familiari e di riconoscere gli stadi maturativi della persona entro le tappe evolutive del ciclo di vita familiare. La dinamica ci svela i processi sottostanti i comportamenti individuali, le modalità di comunicazione, gli scambi e le interazioni tra soggetti: essa si applica a contesti differenti e diversificati, cogliendo le peculiarità di pensiero e di azione della persona entro il suo contesto di vita e di relazione. Infine, il continuo richiamo al lavoro sul campo, subito pratico e spesso urgente, offre criteri di orientamento rispetto alle aree di competenza e di relazione, per operare sempre a livello professionale, consapevoli delle proprie risorse e dei propri limiti. Si pone l’attenzione sugli aspetti significativi della relazione con l’utente e delle esigenze che egli pone nella sua richiesta, in una prospettiva globale, che intende non solo la visione olistica della persona, ma anche del suo contesto di riferimento, evitando la divisione settoriale delle esigenze con la conseguente frammentazione degli interventi. Giuseppe Lavenia, psicologo clinico-psicosomatista, docente di Psicologia Clinica e Psicologia del Lavoro, coordinatore del CI in Metodologie e Tecniche della Riabilitazione presso l’Università degli Studi di Chieti, è docente di Psicologia Dinamica presso l’Università degli Studi di Urbino e responsabile dell’Area Nuove Dipendenze presso il Centro Studi e Ricerche Nostos.

Disponibile presso questi rivenditori